Il Blog di Vivere di Turismo
strategia-video

17 nov Video, come usarli per promuovere la tua attività turistica

Alzi la mano chi non ha mai girato un video.

In questo momento non posso vederti, ma sono quasi certa che anche tu appartieni a quel 99,9% delle persone che almeno una volta nella vita hanno girato un breve filmato, che si tratti di un’occasione speciale, un momento divertente o uno spezzone delle proprie vacanze.

Innumerevoli fonti lo confermano: alle persone i video piacciono, così tanto che ogni giorno nella rete ne vengono diffusi a migliaia, con un trend in continua crescita.

Perché? Semplice, il video vince su tutti come il canale di comunicazione più diretto, semplice e coinvolgente di ogni altro e utilizzarlo nella strategia di comunicazione della tua attività può portare grossi risultati in termini di visibilità e reputazione.

 

Ecco perché promuovere la tua attività turistica con i video

Il video può fare davvero la differenza nella promozione di un’attività extra-alberghiera. Le motivazioni sono almeno 3, e te le spiego subito:

1. Con un video resti nella mente delle persone, molto più che con un testo scritto.

È provato che le persone ricordano solo il 20% di ciò che sentono, il 30% di ciò che vedono, ma ben l’80% di ciò che sentono e vedono. Ecco che con un video hai la possibilità di essere ricordato più a lungo dai tuoi potenziali clienti, che significa in soldoni, avere maggiori chances di essere scelto tra i tuoi competitor.

2. Il video abbatte la distanze e ti fa entrare in empatia con il potenziale cliente.

Chi ti guarda ha la possibilità di vedere chi sei, come è fatta la tua attività e di “sbirciare un po’” dentro, si fida di più e di conseguenza è più propenso a sceglierti.

3. Il video ti rende unico.

I siti di molte strutture turistiche extra-alberghiere sono resi uno simile all’altro dalla presenza di descrizioni e di foto, che seppur di qualità, risultano spesso impersonali e non comunicano alcuna emozione. Con un Video hai la possibilità di raccontare in modo trasparente e diretto chi sei e di mettere a nudo la tua attività, personalizzando maggiormente la comunicazione e distinguendo la tua struttura dalle altre con un messaggio unico.

 

comunicazione-video

 

A corto di idee? Ecco qualche spunto

A differenza di altre attività, quelle legate al mondo dell’accoglienza turistica si prestano benissimo alla realizzazione di contenuti video. Hai mai pensato a quante cose potresti raccontare a proposito del tuo B&B, agriturismo, o appartamento turistico?

Mi riferisco a quegli aspetti che rendono la tua attività unica al mondo: il luogo in cui ti trovi, le caratteristiche della struttura, i servizi che offri, i componenti dello staff, la preparazione della colazione, di un dolce o del piatto più apprezzato dagli ospiti.

Non solo, puoi sbizzarrirti nel dare consigli ai tuoi clienti: che cosa non devono dimenticare quando preparano la valigia per venire da te? (A questo proposito cerca su Youtube: Travel Hacks). Quali attività potranno svolgere una volta arrivati? Quali luoghi e ristoranti non potranno assolutamente perdersi?

Puoi girare il video in prima persona accompagnando chi guarda alla scoperta di tutti questi aspetti, oppure scegliere una mascotte che lo faccia al posto tuo.

Addirittura, perché no, potresti coinvolgere i clienti più fidelizzati in un’intervista o in una gag divertente in cui metti in luce i punti di forza della tua attività.

Chiaramente dovrai risultare più spontaneo e naturale possibile, cercando di apparire esattamente come di fronte ai tuoi ospiti: nella comunicazione le persone apprezzano l’autenticità.

Insomma, la tua attività è una delle location più adatte per girare dei video, sono sicura che gli spunti non mancano! Prendi ispirazione da ciò che accade ogni giorno e… sbizzarrisciti!

 

Gli ingredienti principali per un buon video

Ci tengo a chiarire una cosa: in questo articolo non sto parlando di contenuti professionali, ma di video brevi pensati per divertire e allo stesso tempo informare i tuoi potenziali clienti.

Se desideri ottenere un risultato ottimale è giusto che tu ti rivolga ad un professionista, che grazie alle sue competenze e all’attrezzatura professionale ti aiuterà a raggiungere un risultato diverso.

Ciò non toglie però che tu non possa sperimentare questo tipo di comunicazione con l’attrezzatura che hai disposizione. Questo è uno dei casi in cui una certa dose di informalità (purché unita ad alcune accortezze tecniche) viene apprezzata, poiché rende più autentici il contesto ed il messaggio.

In linea di massima, puoi ottenere un buon risultato anche utilizzando uno smartphone e qualche strumento di supporto, ma in questo caso il segreto di buon video sta nell’utilizzare la tua creatività per emozionare chi guarda.

 

ciak-video

 

Ecco alcuni consigli base:

Ad esempio, se giri un video all’aperto abbi cura di non riprendere controluce.

Se le riprese sono in movimento utilizza uno stabilizzatore, se resti fermo (come nel caso di un’intervista) attrezzati con un cavalletto.

Per ottenere un buon audio infine procurati un microfono: ne esistono di tanti tipi a seconda dell’uso che devi farne: i più comodi sono quelli a spillo, da fissare sulla persona che parla, così da lasciare le mani libere.

Tutta questa attrezzatura si trova tranquillamente online, ad un costo contenuto.

Un ultimo consiglio: occhio alla lunghezza! I video troppo lunghi finiscono per annoiare, meglio mantenersi al di sotto dei 2 minuti. Piuttosto racconta un aspetto alla volta un po’ come in un programma a puntate, così da mantenere alta l’attenzione.

Bene, ora non ti resta che dare sfogo alla tua creatività!

 

….Prima però ti lancio una piccola sfida.

Vuoi mettere metterti alla prova con un video ma non sai da chi farlo giudicare prima di condividerlo sui tuoi canali?
Registralo e postalo nel gruppo chiuso di Vivere di Turismo. Riceverai il feedback della nostra community, oltre a tantissimi spunti e suggerimenti.

 

Buon divertimento :-)

 

Alice Zambon

A chi mi chiedeva che lavoro volessi fare da grande dicevo sempre: la viaggiatrice. Una laurea in Economia del Turismo più tardi, e dopo essermi un po’ “sporcata le mani” al front-office non ho ancora cambiato idea, anzi. Ho trovato il mio Paese delle Meraviglie, è quel posto dove Turismo e Comunicazione si incontrano e soprattutto fanno incontrare le persone. Mi piace scrivere di idee, di persone e di imprese: farlo è la mia fonte di ispirazione ogni giorno... e spero che i miei post saranno così anche per voi!

Nessun commento

Scrivi un commento