Il Blog di Vivere di Turismo
tassa-di-soggiorno

02 ago Tassa di soggiorno: le città più care

Che cos’è la tassa di soggiorno?

La tassa di soggiorno o tassa turistica è un’imposta locale che i tuoi ospiti pagano per soggiornare in località di interesse turistico. Vale per alberghi, ostelli, B&B, campeggi e AirBnb.

Serve a finanziare il turismo e i beni culturali. Ecco perchè è presente solo in città d’arte o di forte afflusso.

L’importo varia: ogni Comune decide quanto dovrai richiedere giornalmente, e per quanti giorni i tuoi ospiti dovranno pagare. Informati inoltre se nella tua città sono esenti alcune categorie (bambini, residenti, disabili).

Ma come funziona nella pratica? Al termine del soggiorno, il tuo ospite può pagarla in contanti o con carta. Fai la ricevuta oppure la fattura, indicandola come “operazione fuori campo Iva”.

tassa-soggiorno

Dove si paga di più

Nel 2015 Roma è la città più cara, seguita da Viareggio, Milano, la nostra Firenze. Al sud troneggia Napoli.

Guarda la classifica:

Senza-titolo

Nella capitale una famiglia con un figlio spende 12 € a notte in un 3 stelle. A Napoli 4,50 €. Una bella differenza!

Secondo il rapporto Federalberghi (molto interessante da consultare), la tassa di soggiorno nel 2015 ha prodotto ai 735 comuni che l’hanno introdotta entrate per 429 milioni di euro. E di questi, 65 sono città d’arte. Speriamo che le municipalità abbiano re-investito i proventi nel turismo.

Ma non siamo gli unici. In Portogallo da quest’anno fino al 2019 sarà prevista la tassa di soggiorno. A Lisbona si pagherà 1 €. In Germania e Olanda si calcola sul 5% del pernottamento. A Parigi varia da 0,42 a 1,50 € a persona.

A Londra ci manca solo la tassa di soggiorno, visto il recente Brexit. Ma anche a Oslo e Madrid non c’è l’imposta. E da te, invece, come funziona?

Se vuoi scoprire altri dati relativi al nostro settore: eccoli!

Alia Nastari

Come mi dovete immaginare mentre leggete i miei post? Ho più di 25 anni e meno di 30. Sono una Digital Marketer cosmopolita: ho vissuto in 7 paesi per studiare, per lavoro, per amore. E sono una inguaribile entusiasta. Mi piacciono le storie di persone che dedicano il loro tempo alla qualità, al cambiamento, a ciò che le appassiona. Spero saremo io e voi quelle persone!

Nessun commento

Scrivi un commento