Il Blog di Vivere di Turismo
posizionamento-on-line

22 mar Le 7 fasi del tuo posizionamento on-line, vincente!

Anche tu ti sarai chiesto come raggiungere il posizionamento ottimale della tua struttura on-line.

L’ultimo decennio ha visto un’impennata vertiginosa nell’evoluzione tecnologica.
Tutto è on-line, le persone passano gran parte del proprio tempo “connesse”, va da sé che avere un posizionamento corretto è una strategia vincente!

Quello che dobbiamo imparare a fare è web marketing con successo, passo per passo, perché per essere i migliori non basta avere un sito, ma ci vuole molto di più.

Che cos’è il web marketing?

Marketing attraverso diversi canali specifici del web, posizionare i propri prodotti e servizi con attività operative e strategiche per farsi percepire dal cliente come unici!

Cosa non è?

Semplice pubblicità. Si fanno campagne pay per click, traffico, indicizzazione, ma si comunica il proprio posizionamento costantemente, trasmettendo il proprio messaggio. L’utente spesso naviga senza un obiettivo preciso, ed è lì che interveniamo noi facendo emergere un bisogno latente.

Da dove inizio? Le 7 fasi strategiche per un web marketing ad effetto

1) Identità

A chi mi rivolgo? Perchè scelgo questo target? Di cosa ha bisogno il mio cliente? Qual’è il mio mercato? Quali sono le mie risorse? Chi sono io, che storia ho da raccontare? Cosa mi rende diverso dai miei competitor? Quali aspetti enfatizzare e con quale stile comunicare con queste persone?

Stabilisco il mio posizionamento e la mia proposta di vendita che deve essere il più possibile unica: più mi differenzio meno sono confondibile con altri. Mi rivolgo ad un certo tipo di utenza (bikers, family…) non ad un pubblico generico.

Costruisco il mio brand, focalizzandomi su un determinato tipo di cliente, non valuto la mia identità da sola ma con riferimento al mercato nel quale ho deciso di operare. È questo è il concetto principale, se non ho ben chiara la mia identità tutto quello che segue non ha senso.

2) Contenuti

Sono il fulcro del processo, perché poi è questo che viene letto dalle persone. Ma senza identità non posso avere contenuti perché non saprei a chi rivolgermi.

I contenuti servono a comunicare l’identità, sono immagini, testi, video, pagine del sito, blog, post, offerte mirate. Da un contenuto ne possono derivare molti altri, un articolo di un blog può diventare vari post per Facebook e Twitter, l’importante è trovare le parole chiave che “catturino” l’attenzione del mio cliente stimolando delle reazioni, proprio perché riesco a soddisfare il suo bisogno.

Non scriviamo di qualunque cosa, ma solo qualcosa di caratterizzante allineato con la nostra identità. Il cliente è in grado da solo di trovare le informazioni che lo interessano ma avere qualcuno che le raccoglie per lui rende tutto più semplice e quel contenuto acquisisce valore aggiunto.

web-marketing-1

3) Presenza on-line

Con i contenuti siamo pronti per creare la nostra presenza on-line che è un aspetto più che altro tecnico, tendenzialmente riservato ad una web agency, perché noi non riusciamo a fare tutto da soli.

Abbiamo preparato i contenuti, ma dobbiamo pubblicarli sul web e renderli fruibili costruendo il sito, creando un profilo sui social, sulle ota… purchè i contenuti siano allineati con la mia identità. Essere presenti su più canali è fondamentale ma le informazioni e i contenuti devono essere coerenti tra di loro.

4) Relazione con il cliente

Per relazione si intende piattaforma di relazione. Il mio primo obiettivo non è vendere subito al cliente, perché otterremmo proprio l’effetto contrario. Piuttosto noi stabiliamo un contatto con il cliente, che è fondamentale, dandogli un contenuto fruibile gratuitamente, e lui ce ne sarà grato.

Attraverso, ad esempio, campagne su Facebook portiamo il nostro cliente a fare click sul nostro sito creando così il primo contatto, questa piattaforma di relazione. Per relazione si intende anche relazione sui social attraverso la condivisione, risposta rapida alle email che arrivano.

Dopo il primo contatto il cliente continuerà a fare liberamente le sue ricerche, ma noi manderemo ancora dei messaggi con contenuti e piano piano lo porteremo alla conversione che rappresenta, comunque, il nostro obiettivo ultimo e se non convertirà la prima volta non è una tragedia, ormai abbiamo il suo contatto e potremo continuare ad usarlo.

5) Avviamento – Traffico

Dal primo contatto col cliente che ci siamo portati a casa, continuiamo a comunicare contenuti: i click dei clienti generano del traffico.

Come si genera questo traffico?

  • Posizionamento organico sui motori di ricerca cioè annunci non a pagamento
  • Campagne pay per click su Facebook e/o Google
  • Posizionamento sulle localsearch, le mappe, molto utili per le strutture ricettive
  • Commercializzazione sui social con le condivisioni
  • Presenza sulle ota, di fondamentale importanza visto che più del 50% dei consumatori ricerca su booking.com la struttura dove soggiornare, e questo porterà più visibilità anche al mio sito

Esiste un mezzo migliore di un altro? Difficile stabilirlo, vanno fatti dei test di valutazione. Il traffico va sempre verificato perché se mi rendo conto che nonostante la campagna il cliente che mi va sul sito non prenota, allora devo cambiare strategia.

6) Conversione

Obiettivo finale è la conversione del cliente che deve sfociare in una prenotazione o preventivo o iscrizione alla newsletter, a seconda di quale prodotto abbiamo scelto.

La prenotazione viene fatta solitamente attraverso una Call to Action, perché parliamo di direct respons marketing, il marketing orientato all’azione.

7) Verifica

Tutto il processo deve poter essere misurabile attraverso gli strumenti.

Verifichiamo continuamente se i numeri cambiano per poter intervenire con azioni correttive volte a portare nuovo traffico e avere nuove conversioni, torniamo così alla fase di avviamento e chiudiamo il cerchio.

Avendo un sistema automatizzato non risulta difficile fare questi controlli. Verifichiamo il numero dei contatti raccolti, il tasso di click, il tasso di conversione, l’importo medio della conversione, e il costo per cliente.

Abbiamo i dati oggettivi per prendere delle decisioni e possiamo decidere basandoci sui dati se dobbiamo cambiare qualcosa, perché i numeri non sono un opinione.

web-marketing-2

Che aspetti? Incomincia a fare web marketing di successo anche tu, le tue tasche ti ringrazieranno!

Ti sei finalmente deciso ad accellerare la tua crescita imprenditoriale?

Inizia subito, entra a far parte della Community di Vivere di Turismo.

 

Redazione

La redazione on-line di Vivere di Turismo è composta da un team multidisciplinare, con esperienze avanzate nella gestione turistica.

Nessun commento

Scrivi un commento