Il Blog di Vivere di Turismo
geocaching-app

15 set Geocaching: tu perché ancora non lo offri?

Poi non mi dite che non ve l’avevo detto. Questa di Geocaching.com è un’idea che sta prendendo sempre più piede.

Ma non ho visto nemmeno una piccola struttura in Italia sfruttarla. Il mio compito di oggi è spiegarti di che si tratta e perchè i clienti ne vanno matti.

Cos’è il geocaching?

Ce lo spiegano benissimo i membri di Geocaching.com in questo video:

In soldoni è una caccia al tesoro che ci spinge a uscire di casa, a muoverci, a esplorare paesaggi e posti sconosciuti.

A me ricorda la definizione di viaggio! Ecco perché è così importante per un imprenditore extra alberghiero.

Le applicazioni nel turismo

Il segreto è proprio nella bella filosofia che sta dietro al geocaching. Immagina per un istante di essere l’ospite.

Sono in vacanza. Siamo immersi nel verde della toscana, o attorniati dai monumenti di Firenze.

Alla reception mi consigliano un’attività che mi aiuterà gratuitamente a scoprire il territorio. Lo smartphone ce l’ho, il tempo anche, la voglia di girare non manca. Mi piace, domani lo provo!

Il pensiero nella testa del tuo ospite sarà: “ma tu guarda com’è carino questo agriturismo, sono così creativi“.

Un esempio per introdurlo

Torniamo dall’altra pare del desk. Tu quindi come puoi mettere in piedi una bella offerta?

1. Parlane con i tuoi clienti al momento dell’arrivo. Cerca di capire se possono essere interessati a scaricare l’app e seguire la caccia al tesoro in uno dei giorni di vacanza.

2. Prepara un cartello da mettere in reception ricordando di scaricare l’app. Sbizzarrisciti con la fantasia per descrivere di cosa si tratta. Anche se i clienti non vorranno partecipare, tu non hai perso nulla ma hai creato un rapporto con loro e hai dimostrato di spenderti per migliorare il loro soggiorno.

3. Organizza dei gruppi guidati: alle 16:30 partiamo tutti da qui per un percorso di geocaching. La cosa più bella è che nella tua struttura gli ospiti non sono soli. Potete iniziare la caccia al tesoro tutti insieme. Praticamente stai organizzando un tour e un’attività divertente senza dover spendere un centesimo. Ci pensa Geocaching.com.

4. Contatta direttamente Geocaching.com per scoprire cosa hanno in serbo nella tua zona. Ho da poco scoperto questa azienda, ma sono certa che avranno consigli preziosi per te e tante idee creative per collaborazioni.

5. Fallo tu per primo e riporta sul tuo sito con foto e commenti la bellezza dell’itinerario che hai seguito.
Come per tutti i servizi che offri, è bene metterti in gioco in primis. E in questo caso è proprio divertente.

Un’itinerario che mi piacerebbe molto giocare (e far giocare ai turisti a Firenze) è questo:

Il gioco dell’Oca a Firenze ovvero una camminata attraverso uno dei centri storici più belli d’ITALIA accompagnati da un’OCA che vi mostrerà 10 curiosità poco conosciute sulla città. Attenzione non sarà solo la sorte ma dovrete far ricorso a tutte le vostre abilità da Geocacher per scovare la CACHE! La cartuccia può essere giocata sia in italiano che in inglese.

Che ne dici, proviamo?

Alia Nastari

Come mi dovete immaginare mentre leggete i miei post? Ho più di 25 anni e meno di 30. Sono una Digital Marketer cosmopolita: ho vissuto in 7 paesi per studiare, per lavoro, per amore. E sono una inguaribile entusiasta. Mi piacciono le storie di persone che dedicano il loro tempo alla qualità, al cambiamento, a ciò che le appassiona. Spero saremo io e voi quelle persone!

Nessun commento

Scrivi un commento