Il Blog di Vivere di Turismo
post-su-facebook

09 giu Facebook, anatomia del post di successo

Come si tiene una pagina Facebook e cosa scriverci quotidianamente?

Per la serie lezioni di Social Media Management ecco a te il re dei Social: Facebook.

Salto a piè pari la parte in cui ti convinco di quanto Facebook sia importante per migliorare la reputazione on-line della tua struttura, perché tanto è ormai ovvio a tutti che le aziende di successo curano la loro presenza Social a partire da Facebook.

Perché si sa, gli amici rendono ogni viaggio più bello… anche quando sono virtuali! I tuoi clienti non vedono l’ora di condividere e scoprire più cose possibile sulle loro vacanze tramite Facebook.

E quindi partiamo dal problema principale di chiunque abbia una pagina Facebook aziendale: cosa postare?

Temi e argomenti

Non vorrei star qui a scrivere il galateo di Facebook ammorbandoti con ciò che puoi o non puoi fare.

Ricordati solo una regola: Facebook non è una vetrina, bando quindi all’autoreferenzialità perché a nessuno piace venir bombardato da pubblicità.

Su Facebook le persone ci vanno per coccolare il proprio ego, per esprimersi, per soddisfare le proprie curiosità, per distrarsi. Mettiamoli quindi al centro dell’attenzione.

Ho raccolto un po’ di idee generalmente utili nel campo del turismo. Ma siccome i post che funzionano sono quelli che colpiscono gli interessi della clientela, sta a te scegliere tra questi quelli che fanno al caso tuo.

Google Trend e Google Alert:

  • Fai dei sondaggi con un Album. Il titolo dell’album sarà la domanda del sondaggio, le tre foto pubblicate le possibili risposte. Chiedi ai tuoi clienti di mettere mi piace alla foto corrispondente alla loro risposta. Un’idea di sondaggio: Quale colazione vorresti in vacanza?
  • Le informazioni gratuite sono sempre le più apprezzate. Hai presente le pagine Facebook dei bar e dei locali, che pubblicano una volta al mese un post locandina con tutti gli eventi in programmazione? Puoi fare lo stesso divertendoti a creare delle grafiche degli eventi in zona, con un tuo commento personale che spiega a chi sono più adatti.
  • Pubblica immagini dai contenuti utili. Per esempio Instaweather ti permette di mostrare il meteo del giorno con la località, devi solo scattare e condividere.
  • Altra idea molto poco sfruttata è quella di pubblicare una foto degli ospiti (per esempio nel tuo selfie corner) mostrando che tipo di pacchetto vacanze avevano prenotato o che stanza gli hai riservato. Questo fa capire che offri servizi personalizzati e differenziati, e che ci tieni ai tuoi clienti personalmente.
  • Mostra che sei una persona. Su Facebook i clienti si fidano delle persone, non delle Pagine. Devi quindi far capire che dietro lo schermo ci sei tu e non un’entità sconosciuta!
    Come? Pubblica foto dello Staff a lavoro, condividi i milestones (i traguardi della tua azienda) e festeggia i compleanni dei clienti affezionati e del personale con un post dedicato.
    Anche solo una foto di una tua passeggiata all’alba nella campagna che circonda la tua struttura o della colazione farà emozionare se l’hai scattata bene e hai scritto un bel testo accanto. Insomma, basta metterci del tuo e avrai subito un volto più amichevole.
  • Ultima cosa: se vuoi ricevere risposte e commenti, devi chiedere. All’inizio non risponderà nessuno ma tu non demordere è normale.
    Controlla le pagine Facebook delle grandi catene alberghiere, che pagano dei Social Media Marketer per svolgere questo lavoro. Adatta la comunicazione alla tua realtà più umana e prova.
    Ecco le domande che piacciono di più al pubblico:

domande-facebook

Fatti tre domande

Prima di premere sul pulsante pubblica poniti questi tre quesiti:

  1. Il contenuto è utile e interessante per i miei clienti?
  2. Il tono è in linea con la mia comunicazione?
  3. Se fossi uno di loro, cosa farei vedendo il post?

Fa una prova mostrando a un amico il contenuto del post. Scegli un amico che potrebbe effettivamente essere un tuo potenziale cliente, che potrebbe soggiornare in strutture come la tua. E ponigli l’ultima domanda per capire che reazione genera il tuo post.

Prima di cimentarti nel tuo prossimo post, perché non dai un’occhiata a questi bei profili Facebook, in cui l’uso delle parole, delle foto, dei video è ben calibrato nonostante le modeste risorse e le piccole dimensioni delle strutture?

Agriturismo Ca’ De Memi

ca-de-memi

 

Comune di Carcoforo

comune-di-carcoforo

 

Pizzicato Eco B&B

pizzicato-eco

Quando postare non basta

Chi arriva sulla tua pagina Facebook lo fa perché è interessato e vuole scoprire se fai al caso suo. Sta a te convincerlo che è nel posto giusto, e che deve solo andare sul tuo sito per prenotare la sua prossima vacanza.

Oltre ai post ben scritti e freschi di giornata, ci sono altre azioni che puoi mettere in pratica:

  • Forse sto dicendo una cosa ovvia. Ma hai riletto la tua descrizione e le informazioni che condividi? Sicuramente fornire il sito web, il numero di telefono, una descrizione accattivante della tua struttura è una cosa che costa zero ma che non può che portare clienti.
  • Per far funzionare Facebook inserisci i rimandi con un bottone Social nell’email e nei bigliettini da visita in modo da pubblicizzare la tua pagina come un luogo in cui ottenere più informazioni su di te e conoscere la tua offerta.
  • Interagisci con altre pagine simili, il che non vuol dire con i concorrenti diretti. Puoi però essere attivo sulle pagine Facebook del Comune, degli enti locali e degli eventi che si svolgono nella tua regione. Questo serve a far capire che sei un esperto nel tuo settore, che hai un network e sei apprezzato dagli altri imprenditori.
  • Lo sai che ci sono le recensioni anche su Facebook?
    Basta andare nelle impostazioni della Pagina spuntare la casella “mostra la mappa, le registrazioni e le assegnazioni di stelle della Pagina”. A seconda della categoria di Pagina che hai scelto durante la creazione, visualizzerai questa spunta o meno.
  • Infine, sfrutta la possibilità di creare eventi e offerte.
    In pochi lo fanno, ma organizzare un evento nella tua struttura può essere un’occasione di pubblicità molto singolare (da un mini dibattito sull’alimentazione, a una lettura guidata, a un workshop di un’ora).
    Stessa cosa per le offerte, che si creano un po’ come gli eventi ma rimandano al tuo sito dove è possibile acquistare il servizio in promozione. Ci hai mai provato?

E questo è solo l’inizio, perché Facebook da solo (o se gestito in modo piatto e monotono) non basta! Ci vuole tutta la tua personalità e tutta la tua passione per poter trasmettere veramente la differenza rispetto alla concorrenza e far venire voglia di vacanza.

Parleremo presto del principio di riprova sociale e di come. Per il momento ripassati gli obiettivi strategici dei vari canali per capire quale Social fa per te.

Domande su Facebook? Parliamone!

Alia Nastari

Come mi dovete immaginare mentre leggete i miei post? Ho più di 25 anni e meno di 30. Sono una Digital Marketer cosmopolita: ho vissuto in 7 paesi per studiare, per lavoro, per amore. E sono una inguaribile entusiasta. Mi piacciono le storie di persone che dedicano il loro tempo alla qualità, al cambiamento, a ciò che le appassiona. Spero saremo io e voi quelle persone!

Nessun commento

Scrivi un commento