Il Blog di Vivere di Turismo
ottenere-il-massimo-con-le-strutture-ricettive

12 nov Come ottenere il massimo con le strutture ricettive per guadagnare tempo e energia

Quando ti lanci nel settore extra alberghiero, devi stare attento a tante cose. All’inizio, ti potrà sembrare di non saper dove porre la tua attenzione e di correre a destra e sinistra senza riuscire a finir bene una cosa. Questa sensazione può essere risolta in poche mosse, scopri qui come ottenere il massimo con gli immobili e guadagnare tempo ed energia!

Da quando Danilo fa questo mestiere, siamo in contatto con tanti gestori ed imprenditori. Qualche tempo fa, parlava con una sua amica. Gli raccontava di avere un sogno nel cassetto: aprire un B&B a Roma.

Quando Danilo le ha chiesto perché non realizzava il suo desiderio, ha risposto che era un sogno senza successo per varie domande.

Ovviamente, Danilo ha voluto verificare la vericità di questi limiti e si è accorto che tante difficoltà nascevano da preconcetti, consigli ricevuti dalle persone sbagliate e dalla paura.

Non importa se operi in centro a Venezia o in un paesino sperduto della Sardegna, le dritte che sto per condividere valgono sempre e permettono, in misura diversa certamente, di risparmiare tempo e soldi ed ottimizzare il lavoro:

Chiarisci i tuoi obiettivi

Sicuramente è la cosa più difficile da fare quando sei all’inizio o quando riprendi una struttura che non funziona molto bene. In effetti, la cosa che scoraggia maggiormente le persone è la difficoltà a raggiungere gli obiettivi, soprattutto quando ci sono i soldi di mezzo. Per questo, è molto importante chiarirli prima di lanciarsi nell’avventura!

Rifletti sulla ragione per cui vuoi fare questa attività e poniti degli obiettivi semplici e chiari: se hai già la struttura, può significare planificare una ristrutturazione strutturale, cambiare parte della mobilia, rifare le fotografie…

Non sono necessariamente obiettivi basati sull’economia della tua struttura, anche se alla lunga l’attività tua deve essere sostenibile per esistere.

Devi avere chiaro in mente quanto tempo puoi dedicare alla struttura senza avere un guadagno fisso e quanto budget hai a disposizione per fare i lavori a cui stai pensando.

Un’altra cosa da definire è proprio cosa vuoi ottenere dalla struttura per te: se la risposta è contatto umano, possibilità di parlare le lingue, dedicarmi in prima persona all’accoglienza e magari anche alle pulizie, forse il B&B è quello che fa per te!

Se invece vuoi un’attività che sia scalabile, dove metterti in gioco molto di più dal punto di vista imprenditoriale, allora un agriturismo o una casa vacanza fanno proprio al caso tuo!

chiarisci-i-tuoi-obiettivi

Ascolta le persone giuste

Una volta che gli obiettivi sono chiaramente definiti e che hai un quadro generale della situazione, puoi iniziare la tua attività extra alberghiera.

Tante volte, anche con obiettivi precisi, incontri nuove difficoltà.

Quando comincerai a parlare di avviare la tua attività o migliorare notevolmente quella che hai, amici e parenti proveranno a bloccarti in tutti i modi.

Se non è così, sappi che sei una persona fortunata ed hai accanto persone di un livello di pensiero fuori dalla norma.

Per te invece che stai vivendo o vivrai la mia stessa sensazione di mettermi “in un casino”, e mentre lo fai anche gli “altri” ti allertano su questo, ricordati di dare retta alle persone giuste.

Ascolta chi gestisce una struttura ricettiva e può darti consigli sensati, intelligenti e frutto di un’esperienza vissuta. Per diventare ricco, non ascolteresti un povero giusto?

Vuoi attivare un’attività di successo? Impara da chi realmente ha ottenuto i risultati che tu vuoi ottenere e mettiti accanto a lui per un po’ di tempo a capire quali sono le cose che lui fa e tu no per raggiungere i risultati.

Scegli la soluzione giusta e l’immobile giusto

Se hai ereditato un immobile o se lo hai comprato, ma ormai vivi da un’altra parte, puoi mettere a reddito il tuo immobile, adibirlo a B&B, creare un ostello… le soluzioni sono tante!

Scegli la soluzione adatta a te e anche la tipologia di struttura che desideri aprire: B&B, ostello, residence, appartamento turistico…

Una volta individuata la tipologia della struttura che ti conviene, fai un elenco preciso delle caratteristiche che vuoi avere: numero di piani, superficie, dotazioni, zona, etc.

Prova ad identificare tutti i particolari necessari per lasciare il minimo possibile a caso!

Sono delle dritte semplici, ma efficaci. Applicandole da subito, faciliterai la tua ricerca e perderai meno tempo.

Ovviamente, questo significa che avrai più tempo libero e potrai lanciare con successo la tua attività.

Allontanerai anche le persone con energia negativa per circondarti solo da persone positive che ti accompagnano nella tua crescita.

Gwendoline Brieux

Appassionata di scrittura e di lingue, nata in Francia. La sua curiosità e il suo amore per le culture straniere l’hanno portata a vivere in Inghilterra per due anni e in Italia da ormai quattro anni. Laureata in storia e letteratura italiana, si avvicina al turismo grazie ad un’esperienza pluriennale in un’agenzia immobiliare specializzata nelle locazioni turistiche a breve, medio e lungo termine. Dopo anni di check-in, check-out e gestione dei clienti, ha deciso di lanciarsi in freelance nelle sue due passioni: la scrittura e il turismo.

Nessun commento

Scrivi un commento